***

Sostieni il progetto MeteoTracker su Kickstarter!

questo link la nostra pagina e qui le istruzioni su come procedere.

***

1. Cosa è compreso nell’acquisto?

Acquistando il multi-sensore MeteoTracker hai gratuitamente a disposizione la APP e un account premium che oltre al tuo archivio personale dà accesso anche al database globale con i dati raccolti in modalità pubblica dagli altri membri della community.

2. Quali dati rileva MeteoTracker?

Puoi trovare l’elenco completo dei dati rilevati e informazioni sulla loro accuratezza nella pagina il sistema MeteoTracker.

3. A quali dati ho accesso online?

A tutti i dati rilevati dal tuo multi-sensore MeteoTracker a quelli raccolti dagli membri della community (dopo il primo anno, per questi ultimi, è richiesto un pagamento intorno ai 20€ annui).

4. Sotto il sole il termometro della mia auto spesso riporta temperature molto più alte di quella vera. Anche MeteoTracker ha questo problema?

No, il multi-sensore MeteoTracker implementa un sistema (brevettato) in grado di correggere l’errore dovuto alla radiazione solare. È infatti dotato di due sensori di temperatura che, con uno schema differenziale, consentono di rimuovere dal dato di temperatura la componente dovuta al riscaldamento prodotto dal sole, il cosiddetto “errore radiativo”.

5. La mia auto ha già un termometro esterno. Cosa mi dà in più MeteoTracker?

Il termometro dell’auto è impreciso e “lento” (non riesce a misurare le brusche variazioni di temperatura che tipicamente si incontrano mentre si viaggia) e si limita a visualizzare la temperatura senza attribuire alcun riferimento spaziale e temporale al dato misurato.
MeteoTracker fa molto di più: misura con molta maggiore accuratezza e ha elevata velocità di misura, grazie alla quale è in grado di seguire anche le variazioni più rapide di temperatura che si incontrano viaggiando.

Inoltre, attribuisce ad ogni acquisizione le coordinate geografiche, visualizza i dati in tempo reale sullo smartphone e li invia al cloud. Li rende poi disponibili in un archivio dotato di avanzati strumenti di visualizzazione e analisi su mappa e grafici. Si crea così un inedito database di dati meteo ad alta risoluzione spaziale.

6. Su internet trovo tanti siti che mostrano la temperatura delle zone che mi interessano. Cosa mi dà in più MeteoTracker?

I dati di temperatura reperibili su internet si riferiscono a un preciso punto fisso (quello dove è installata la stazione meteo fissa). In realtà la temperatura è un parametro che può variare di molto anche spostandosi di poche decine di metri. Questo accade, ad esempio, nelle notti invernali con cielo stellato e senza vento, situazioni in cui MeteoTracker consente di rilevare fedelmente l’andamento della temperatura di una data area geografica, anche quando si registrano oltre 10°C di variazione in poche centinaia di metri.

7. Cosa serve per installare il multi-sensore MeteoTracker?

Nulla, è sufficiente posizionarlo sul tetto dell’auto e i 3 potenti magneti di cui è dotato lo fisseranno stabilmente alla carrozzeria anche alle massime velocità consentite.

8. Rispetto alle stazioni fisse, anche di fascia bassa, MeteoTracker ha un costo competitivo, pur includendo anche una App e una piattaforma web evoluta. Com’è possibile?

MeteoTracker trae un vantaggio competitivo dal brevetto RECS (Radiation Error Correction System).

Grazie a esso, si riesce a ottenere un’elevata accuratezza nella misura della temperatura senza la necessità delle costose e ingombranti strutture schermanti che nelle normali stazioni meteo proteggono il sensore di temperatura dalla radiazione solare.

Ciò consente un notevole contenimento dei costi, senza alcun compromesso sull’accuratezza, comparabile con quella di una stazione professionale.

9. È possibile usare MeteoTracker sullo zaino per monitorare i dati meteo durante le escursioni?

Sì. La mini-stazione di MeteoTracker permette un’agevole installazione anche su uno zaino, magari utilizzando un moschettone come si vede in questa foto (foto di Raffaello di Martino).

Per il resto l’utilizzo è identico a quello su auto.

L’unica differenza operativa sta nella ventilazione che data la velocità di spostamento molto inferiore può ridursi quasi a zero. È quindi buona regola cercare una collocazione sullo zaino che favorisca l’esposizione  della mini-stazione alla ventilazione riducendo quella alla radiazione solare. 

10. Tra i casi d’uso indicati per MeteoTracker è presente il “volo libero”. Ci sono particolari funzionalità per questo tipo di utilizzo?

Tra i nostri beta Tester sono presenti alcuni appassionati di volo libero che ci hanno fornito preziose indicazioni su alcune funzionalità molto utili per le sessioni in volo. Stiamo pertanto implementando specifiche funzionalità “Fly mode” sia nella App che nella piattaforma web (acquisizione dati triggerata dalla variazione di pressione, grafici skew-T e altro di cui diremo man mano che lo sviluppo procederà).

11. La App MeteoTracker si può usare da sola?

No, la APP MeteoTracker serve per interfacciarsi con la mini-stazione, di cui acquisisce i dati tramite una connessione Bluetooth Low Energy, per poi visualizzarli in tempo reale, geo-referenziarli e inviarli al server, sempre in tempo reale.

12. La  mini-stazione meteo si può usare da sola?

No, se non è connessa alla App non può avviare la raccolta data. Vedi sopra.

13. Cosa succede se durante una sessione non è presente una connessione internet?

In caso di assenza di connessione internet la sessione e la sua visualizzazione su APP continueranno normalmente. Nel momento in cui la connessione sarà ripristinata, i dati, conservati localmente sullo smartphone, verranno automaticamente inviati al server, senza l’intervento dell’utente.

14. Per quali sistemi operativi è la APP?

A oggi è stato completato lo sviluppo della App per sistema operativo Android. Lo sviluppo per la versione iOs è in corso.

15. Tra i rewards è indicato l’abbonamento “Premium data”. Che differenza c’è rispetto all’accesso free già oggi possibile nella piattaforma web?

L’accesso free (è richiesto soltanto il login con una gmail ma sarà poi possibile con le altre procedure standard di login, user+pwd, Facebook, etc…) consente di visualizzare solo un piccolo sotto-insieme di sessioni che di volta in volta rendiamo visibili liberamente. L’accesso premium darà la possibilità di accedere all’intero database di MeteoTracker con tool di visualizzazione e analisi avanzate e funzionalità aggiuntive non presenti nella versione free.

16. Si possono aggiungere altri sensori a MeteoTracker?

MeteoTracker è stato progettato per avere modularità, ossia per poter accogliere- sfruttando la connettività USB – moduli di espansione con altri sensori . Abbiamo in mente diverse soluzioni modulari, attualmente in fase di studio di fattibilità (polveri sottili, anemometro a ultrasuoni e altre).

17. La base magnetica è sicura anche alle alte velocità?

Abbiamo scrupolosamente testato la tenuta della base magnetica e abbiamo verificato che la tenuta è perfetta anche alla più alte velocità raggiungibili in auto. 

18. La cover in silicone a cosa serve?

La cover in silicone ha una funzione protettiva aggiuntiva e rende più “soft” l’ancoraggio magnetico sulla carrozzeria dell’auto.

La mini-stazione meteo funziona perfettamente anche senza cover ma è decisamente consigliato utilizzarla

19. Dopo il primo anno di sottoscrizione “Premium data” si ha ancora accesso alla piattaforma web?

Sì, si avrà pieno accesso ai propri dati con tutte le funzionalità della piattaforma web. Per chi vorrà continuare a fruire dell’intero database (ossia i dati raccolti da tutta la community e non solo i propri) sarà richiesta un pagamento contenuto (circa 20 Euro all’anno).